GENNARO VECCHIONE

Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza (DIS) della Presidenza del Consiglio - Direttore Generale

Gennaro Vecchione, Prefetto, ha ricoperto incarichi apicali all’interno della Guardia di Finanza, dove ha svolto attività operativa, addestrativa, di Stato maggiore, analisi e formazione. Già Direttore della Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia presso il Ministero dell’Interno (Dipartimento della Pubblica Sicurezza), il 21 novembre 2018 è nominato Direttore generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (DIS).
Ottiene la maturità scientifica presso la Scuola Militare “Nunziatella” di Napoli (1978). Successivamente entra nell’Accademia della Guardia di Finanza a Roma, conseguendo, nel 1980, la nomina a Sottotenente. Nel 1988 ottiene la laurea in Giurisprudenza (Università degli Studi Statale di Milano). Dal 1994 al 1996 frequenta il 23° Corso Superiore di Polizia Tributaria. Seguono la laurea in Scienze della Sicurezza Economico Finanziaria (Università degli Studi di Tor Vergata, 2003) e in Scienze Politiche (Università degli Studi di Trieste, 2004). Nel 2006 frequenta il Master in Diritto Tributario dell’Impresa presso l’Università degli Studi “Bocconi” di Milano.
In avvio del suo percorso professionale viene nominato Comandante di Drappello (Polizia Doganale) del Nucleo Regionale Polizia Tributaria a Milano (1982-1985). Successivamente si occupa di attività operativa, ispezioni fiscali ed investigazioni come Comandante della Compagnia della Guardia di Finanza di Ferrara (1986), e, sempre a Ferrara, del Nucleo Provinciale Polizia Tributaria (1987). Dal 1987 al 1990 ricopre l’incarico di Comandante dei Corsi Ufficiali dell’Accademia della Guardia di Finanza di Bergamo.
Dal 1990 al 1992 è Comandante di Sezione per la lotta contro il crimine organizzato (G.I.C.O.) presso il Nucleo Centrale di Polizia Tributaria a Roma.
Nell’ambito dell’attività di Stato Maggiore ricopre la posizione di Ufficiale addetto all’Ufficio Operazioni del Comando Generale della GdF (1992-1994). Dal 1996 al 1998 è Capo Ufficio Operazioni del Nucleo Centrale Polizia Tributaria. Dal 1998 al 2003 è Comandante provinciale della Guardia di Finanza di Treviso. Successivamente ricopre la posizione di Comandante del Nucleo Speciale Servizi Extratributari a Roma, e Comandante del Gruppo Antitrust, lavori Pubblici e Energia.
Dal 2004 al 2007 conduce attività di analisi e progettazione operativa nazionale in materia di evasione fiscale, comandando il Nucleo Speciale Entrate della Guardia di Finanza di Roma. Per lo stesso Corpo guida, dal 2007 al 2008, il Nucleo Speciale Funzione Pubblica e Privacy.
Dal 2008 al 2011 lavora presso il Dipartimento per le politiche europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri dove è Comandante del Nucleo della Guardia di Finanza per la repressione delle frodi comunitarie.
Nel 2011 è nominato Comandante della Legione Allievi della Guardia di Finanza di Bari. Incarico che ricopre fino a settembre del 2013 quando gli viene assegnato il Comando Unità Speciali della Guardia di Finanza di Roma. Incarico che torna a ricoprire dal settembre 2015 a luglio 2017. Sempre nel 2015 è Comandante in s.v. del nuovo Comando Tutela Economia e Finanza della Guardia di Finanza.
Da luglio 2017 a novembre 2018 è Direttore della Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia presso il Ministero dell’Interno (Dipartimento della Pubblica Sicurezza). Il Presidente del Consiglio lo nomina il 21 novembre 2018 Direttore generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (DIS) e, il 13 dicembre 2018, Prefetto.
All’Ufficiale Generale, che ha ricevuto numerosi encomi per essersi distinto in operazioni di servizio, sono state conferite numerose onorificenze: Cavaliere, Ufficiale e Commendatore dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”; Medaglia Mauriziana al merito di 10 lustri di carriera militare; Croce d’oro per lungo servizio; Medaglia d’oro al merito militare per lungo comando. Inoltre è Revisore Ufficiale dei Conti; autore di articoli su giornali nazionali e sulle maggiori riviste della Guardia di Finanza; è autore del libro La tutela del patrimonio archeologico nazionale. Ha insegnato all’Accademia della Guardia di Finanza di Bergamo ed è stato docente alla Scuola di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Roma. Ha svolto insegnamento anche in ambito universitario presso l’Università degli Studi “Roma Tre”, dove è stato docente e coordinatore di un modulo del 1° master “Esperto Finanziamenti Europei”.
L’Ufficiale Generale è stato: membro del Comitato nazionale per la lotta alle frodi comunitarie, membro del Comitato consultivo dell’U.E. per la lotta alla frode (CO.CO.L.A.F.), membro della Rete dei Comunicatori dell’OLAF (Ufficio europeo antifrode) – entrambi della Commissione europea – e membro del Gruppo anti frode del Consiglio UE. In tale ambito, determinante è stato il suo ruolo (attestato con riconoscimenti di ordine morale) nel rafforzamento del ruolo dell’OLAF (Ufficio europeo antifrode con l’emanazione del relativo Regolamento UE) e nelle risoluzioni del Parlamento europeo che valorizzavano l’efficace azione di contrasto alle frodi realizzata dall’Italia.


Conferenze

Data Conferenza
21-05-2019 alle 09:15 Sessione Plenaria di Apertura - Le nuove sfide della sicurezza nelle banche e nelle assicurazioni